Single Blog

Cuccioli da scoprire…

Avete mai pensato a quello che succede dentro di noi quando diventiamo mamme?

Improvvisamente tutto cambia…

Cambia la nostra vita…

Cambiano le nostre priorità…

Cambiano le nostre emozioni…

Cambiano le nostre aspettative..

Tra le nostre braccia ci troviamo il nostro tesoro più grande e presto cominciamo a caricarlo di un’enorme responsabilità!

Lui ci dirà che mamma siamo e saremo.

Lui ci dirà che figlio abbiamo e avremo.

Lui ci dirà che tipo di genitore siamo e saremo.

Lui ce lo dirà e questo avrà a che fare ogni volta con il nostro progetto, con il nostro sogno, con la nostra visione…


“Sarò una brava mamma! Sarò presente comprensiva ma mi farò rispettare.”

“Avrò un figlio educato, rispettoso e intelligente. Sarà un uomo felice, troverà presto la sua strada e sarà amato da tutti…”

“Avrò una figlia sensibile, rispettosa e brillante. Sarà una donna soddisfatta, saprà quello che vorrà e sarà in grado di ottenerlo.”

“Sarò un genitore all’altezza. Sarò meglio dei miei genitori… O sarò almeno quanto loro… O almeno spero… Ce la farò?”

Quante aspettative!

Quanta ansia da prestazione… Nei nostri confronti ma soprattutto nei confronti di quei cuccioli ingenui e inconsapevoli che abbiamo tra le braccia.

Si, perché sono loro che portano sulle spalle la responsabilità di svelarci chi saremo e chi saranno.
Forse se riuscissimo a scaricarli di questo fardello li aiuteremmo a sbocciare nelle loro potenzialità…

Forse noi impareremmo a lasciarci andare…

A lasciarci portare nel loro mondo…

A lasciarci prendere per mano per stupirci e meravigliarci….Proprio così!

I nostri cuccioli racchiudono universi unici e irripetibili.

I nostri cuccioli sono dei mondi da scoprire.

Perché invece di inserirli nel nostro disegno non proviamo noi a viverli come i nostri compagni di viaggio?

Vi lascio i miei 5 passi verso la scoperta dei nostri cuccioli:

  1. Partite da voi e dalle vostre aspettative: il vostro bambino non è il metro per misurare la vostra riuscita.
  2. E per quanto riguarda lui? Ricordatevi che avete messo al mondo un piccolo essere dotato di peculiarità tutte sue. Inutile e nocivo per tutti cercare di imporvi con le vostre modalità.
  3. Questo non vuol dire che non dobbiate trasmettergli i vostri valori, che non dobbiate stabilire le regole che gli permettano di crescere sicuro, che non dobbiate definire gli obiettivi educativi a cui tendere per lui.
  4. Ma l’atteggiamento migliore è di porvi in ascolto delle sue modalità, delle sue caratteristiche, delle sue potenzialità.
  5. Quello che ne ricaverete sarà arricchimento, complicità e soprattutto la meraviglia di scoprire che anche voi potete imparare e crescere al suo fianco.

Ecco.

Così facendo la frustrazione e il senso di inadeguatezza lascerà posto a comprensione e vicinanza.

E vi permetterà di conoscervi e accettarvi con serenità!

Comments (0)

Post a Comment

Vera Lelli

Consulente pedagogica

Credits: