Single Blog

Quel giusto equilibrio…l’autorevolezza!

A quante di voi capita di non farcela?

Vorreste essere decise…

Vorreste far rispettare le regole…

Vorreste far capire ai vostri bambini che quando è no è no…

Ma poi… Piangono, si disperano, si arrabbiano… E venite colte da un improvviso infinito senso di di colpa… Povero cucciolo mio! Forse sono troppo rigida!

E a quante di voi invece succede di non farcela ma in un altro modo?

Vorreste riuscire a capirli…

Vorreste essere in grado di accogliere le loro emozioni e le loro difficoltà…

Vorreste essere pazienti ed empatiche…

Ma poi è più forte di voi… Quella vocina che vi riporta a quelle frasi che vi sono state ripetute da piccole…

I commenti di chi vi guarda e vi giudica troppo permissive…

Quella sensazione di impotenza che vi porta a perdere la pazienza…

Non posso fargliela passare liscia! Lo fa apposta! Questa volta lo punisco!

A me capita…Capita sia di farmi intenerire… Soprattutto coi piccoli… Soprattutto con la mia piccola Alice, che ne deve già sopportare di cotte e di crude, e quindi si fa fatica a non cedere…

Mi capita anche di esagerare… Influenzata dai commenti del marito… Dai “te l’avevo detto” sentiti da bambina… Dalla stanchezza e dalle corse di tutti i giorni… E quindi arrivo a non sopportare i dispetti insistenti del primogenito, i continui “no” del secondo, e gli urli ripetitivi del terzo. E arrivo a volte a urlare, minacciare e punire come non vorrei.

Ma come si deve fare?

Oltre a perdonarsi i momenti in cui non si riesce a fare nel modo in cui si vorrebbe?

Qual è l’atteggiamento con cui rapportarci coi nostri figli?

L’atteggiamento migliore è quello che si trova nel mezzo tra il genitore autoritario e il genitore permissivo: si tratta dello stile genitoriale autorevole.

Quello stile che ci porta a essere un mix fatto di decisione e coerenza con l’aggiunta di empatia e comprensione.

Vorrei lasciarvi i 5 passi verso una genitorialità autorevole:

  1. Partite da questa consapevolezza: le regole e i no aiutano i vostri bambini a crescere sicuri e sereni perché solo attraverso i limiti che date loro capiscono come devono comportarsi.
  2. Stabilite quindi una serie si regole incastrate in una routine e impegnatevi affinché vengano rispettate (tranne per qualche rara e dichiarata eccezione).
  3. Dimostratevi dall’altra parte comprensivi nei confronti delle fragilità dei vostri bambini. Accogliete i loro momenti no cercando di mettervi nei loro panni.
  4. Evitate nei loro confronti, il più possibile giudizi e paragoni. Cercate, sia nelle lodi che nelle critiche, di riferirvi alle loro azioni e non a loro come persone.
  5. Quando non riuscite in una o nell’altra modalità, non demoralizzatevi troppo. Lo stile autorevole è una direzione da mantenere; le piccole deviazioni non condizionano il viaggio.

È vero, sembra un equilibrismo impossibile.

Ma con impegno e tenacia si può riuscire a dare ai nostri figli quello di cui hanno bisogno: genitori forti e dolci allo stesso tempo.

Buon lavoro!

Comments (0)

Post a Comment

Vera Lelli

Consulente pedagogica

Credits: